Loading...
Home2022-12-02T00:14:41+01:00

Un patrimonio Europeo da salvaguardare

La storia

Un Itinerario culturale lungo più di 2000 km

“Le strade dei Valdesi e degli Ugonotti” sono un itinerario internazionale che segue il cammino che i protestanti del Delfinato e del Piemonte hanno percorso durante le persecuzioni religiose del XVII secolo. Riunisce alcuni partner istituzionali e privati in Svizzera, in Italia, in Germania e in Francia.
Oggi questo itinerario è certificato dal Consiglio d’Europa come “Itinerario culturale europeo” e non solo permette di scoprire l’eredità culturale degli esiliati e la loro storia economica e sociale, ma conduce anche a scoprire bellezze naturali e paesaggistiche, offrendo molteplici possibilità culturali e gastronomiche.
Il percorso, che si sviluppa per più di 2000 km, nel suo insieme è oggi “patrimonio europeo da salvaguardare” ed è considerato dal Consiglio d’Europa “veicolo di comunicazione e di scambio culturale tra le nazioni e le culture europee, come strumento per consolidare l’identità europea”.

Itinerari

Prigionia

INFO:

Numero tappe: 3
Lunghezza: 41km

Scopri

Esilio

INFO:

Numero tappe: 14
Lunghezza: 340km

Scopri

Glorioso rimpatrio

INFO:

Numero tappe: 21
Lunghezza: 370km

Scopri
0
CHILOMETRI di SENTIERI
0
PAESI COINVOLTI
0
TAPPE

Notizie

Altri articoli

Testimonianze

“Percorso quasi interamente con alcuni amici… una delle esperienze più belle della mia vita! I paesaggi visti e le persone conosciute valgono tutta la fatica spesa!”

Anna - Esilio e Glorioso Rimpatrio a piedi

“Dopo la fatica iniziale, e superate quindi le prime difficoltà, è un cammino alla portata di tutti. Un cammino che sogno di ripetere e che consiglio a tutti!”

Paolo - Glorioso Rimpatrio

“Sinceramente pensavo di arrivare fino a Saluzzo e poi chiedere a qualcuno di venirci a recuperare… Il tempo era previsto brutto, c’era perfino l’allerta rossa per tempeste di vento e grandinate. E poi… i vari imprevisti, già solo una ruota bucata! Come ce la saremmo cavata? E invece tutto è filato liscio… Bellissima esperienza!”

Rinalda - Esilio in bicicletta
Torna in cima